LISI

Brainwaves performance

Simona Lisi: azione gestuale e vocale

Davide Mancini: sintesi e controllo

Paolo F. Bragaglia: sintesi e supervisione musicale

Come in uno specchio oscuro le azioni, i pensieri le emozioni della performer si trovano a fare i conti con un contrappunto sensoriale misterioso ed imprevedibile: il feedback dal proprio subconscio.

I rapporto con i gesti, la voce, la parola si inserisce in flusso mutevole di suoni e luci dove le fluttuazoni del profondo diventano sensibili.

In questa performance Simona Lisi utilizzerà come materiale alchemico la danza, il canto e la parola avvalendosi dell’uso de BI1 Brainterface il primo sistema commerciale al mondo per il controllo di sintetizzatori e sorgenti luminose tramite le onde cerebrali sviluppato da Davide Mancini di Soundmachines. Una produzione Acusmatiq in collaborazione con Cinematica festival.

Concept: Paolo F. Bragaglia, Davide Mancini, Simona Lisi.

SIMONA LISI attrice, danzatrice, autrice ha studiato in Italia, Belgio ed Inghilterra incontrando nel suo percorso maestri come Alwin Nikolais, Carolyn Carlson, Wim Vandekeybus, Anne Therese De Keerschmaker, Thierry Salmon, Alain Platel, Yoshi Oida. PG Degree in Contemporary Dance alla LCDS di Londra, laureata in Estetica, allieva di Giorgio Agamben. Ha lavorato, tra gli altri, con i registi Paolo Sorrentino, Marco Bellocchio, Mario Martone, Cristina Comencini, Pippo Del Bono, Doug Liman, e con i coreografi Micha Van Hoecke, Adriana Borriello, Giovanna Summo, Simone Sandroni (Deja Donnè). E’ tra i protagonisti del film candidato al Premio Oscar “La bestia nel cuore” di Cristina Comencini e danzatrice nel film Premio Oscar “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino. Condivide da più di dieci anni il percorso artistico del regista e light designer Fabrizio Crisafulli con cui partecipa al progetto di “Teatro dei luoghi” e alle sue ultime produzioni quasi sempre come attrice/danzatrice solista. E’ autrice di spettacoli, performance e opere video in cui lavora sulla contaminazione tra musica, voce e gestualità, di cui spesso compone le musiche originali. La sua ricerca verte negli ultimi anni nella direzione di un teatrodanza-canzone di cui il lavoro “Song of songs” è la sua ultima espressione. Ricerca in estetica della danza e della corporeità, in questo senso suoi contributi scritti sono presenti in “In cerca di danza” AAVV, Costa & Nolan, 2000. “Creatori di senso” a cura di Max Schiavoni, Aracne ed. “Light, body, space” a cura di N. Tomasevic, Artdigiland ed., Dublin e nella rivista online “Limina Teatri”. Dirige il festival ”A piedi nudi nel parco” a Napoli e “Cinematica “ad Ancona.

 

1 Comment

  1. doriano 9 luglio 2014 Reply

    prego documentare con video (se si può) che poi voglio vedere com’è!

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>