IL FESTIVAL

IMG_FESTIVAL_2016_02

SUONO+SPAZIO

Il festival di musica, cultura ed arte elettronica Acusmatiq nelle sue passate dieci edizioni si è sempre proposto come un festival in continua trasformazione, che cerca in maniera trasversale e libera di raccontare i possibili rapporti tra musica e tecnologia, soffermandosi spesso su esperienze di confine e mettendo a confronto gli strumenti e le estetiche del presente con quelle del passato e quelle (possibili) del futuro.
Così come negli ultimi anni anche quest’anno il festival si articola attorno ad un tema concettuale che fornisce la base ad una serie di riflessioni teoriche e progetti artistici. Il tema di quest’anno è “Suono-Spazio” Ed intorno a questo quindi proposte artistiche di caratura internazionale, si affiancano a progetti speciali, produzioni del festival e momenti di riflessione teorica e di offerta didattica, come workshop e seminari.
Passato il “giro di boa” della – apprezzatissima – decima edizione, il festival vuole tenere fede alla propria vocazione di avventurosa esplorazione dei confini tra musica e tecnologia. Senza preclusioni, Acusmatiq intende infatti, per questa nuova edizione, muoversi  tra vari mondi musicali: esperienze della musica contemporanea, ibridazioni elettroacustiche e derive elettroniche tra sperimentalismo, arte sonora e musica pop di sintesi. Sempre seguendo un filo rosso il cui scopo è quello di evocare un’immagine evolutiva, composita della creazione sonora “moderna”.
Anche quest’anno il prologo si terrà Domenica 24 Luglio nel borgo montano di Elcito la settimana precedente il festival, una giornata dedicata agli strumenti di sintesi italiani, storici e contemporanei, in alta quota.

Paolo F. Bragaglia

btt